Che cos’è l’address, l’indirizzo del wallet, e come crearlo

Il Bitcoin wallet, che tradotto significa portafoglio Bitcoin, serve per conservare i (Bitcoin BTC), questo ti permette di fruire di molte funzionalità, tra cui: trasferirli, ricevere pagamenti, fare acquisti online presso gli e-commerce che accettano tale metodo di pagamento. Tutto ciò sarà possibile mediante un address, ovvero una chiave pubblica costituita da un codice alfanumerico personale identificativo che ti garantisce la massima sicurezza. 
Ricorda bene, il valore del wallet, segue l'andamento del valore di mercato della criptovaluta contenuta in esso.

Le 5 tipologie di wallet per Bitcoin:

 

  • Desktop: I wallet per desktop sono file scaricabili sul tuo pc, ciò ti permette di avere il pieno controllo degli stessi, ma lo svantaggio è che i portafogli potrebbero essere hackerati mediante attacchi, quindi è conveniente optare per strumenti che offrano il massimo livello di sicurezza possibile.

  • Web: È un servizio online, analogo ad un home banking. Una volta che ti sarai registrato potrai effettuare tutte le operazioni possibili.

  • Smartphone: Mediante app offerte dai wallet desktop e web, ti sarà possibile eseguire operazioni tramite un QR-Code oppure la tecnologia NFC.

  • Hardware: Sono dei piccoli dispositivi, adatti principalmente ai professionisti del settore, dove è possibile conservare grosse quantità di Bitcoin.

  • Paper Wallet: Esiste anche una versione cartacea del wallet per Bitcoine consiste nello stampare il portafoglio su una tessera, chiamata appunto Paper Wallet, L'address identificativo viene codificato in un QR-code tramite il quale potrai effettuare le transazioni. Questa tipologia di portafogli, è solitamente destinata a chi intende conservare i Bitcoin a lungo termine.

Raccomandazioni riguardanti la scelta e la gestione di un wallet:

Non essendo presente un “ente” centrale che monitora il Bitcoin, In caso di smarrimento dei tuoi dati d'accesso ti sarà impossibile recuperarli. Discorso analogo nel caso in cui si perda il file, l' hardwer, o i dati dell' app per smartphone. Lo si può vedere come un portafoglio tradizionale: se lo perderai, non avrai modo di recuperarlo. 

E' quindi fortemente consigliato salvarsi e tenere al sicuro i dati d'accesso dei wallet web e delle app. Si consiglia di salvare i file dei wallet desktop su backup, servizi cloud, ed è anche possibile frazionare il wallet mediante l'apertura di più portafogli riducendo così il rischio di perdere grosse somme. 

A riguardo dei wallet desktop è consigliato di tenere separati il file del wallet ed i relativi dati d' accesso.

E' bene che chi scelga di utilizzare wallet desktop abbia una certa dimestichezza e conoscenza della sicurezza informatica, poichè a seguito di download è possibile imbattersi in Worm e Trojan molto pericolosi.

Questa premessa era doverosa per poterti accompagnare fin dall’inizio alla creazione del wallet.

 

I migliori wallet per Criptovalute del 2020

  • Coinbase:  finalizzato all’acquisto e alla vendita di Bitcoin(BTC), Ethereum(ETH) e Litecoin(LTC) tramite una serie di funzioni espressamente dedicate al trading online. Sono inoltre previste delle specifiche funzioni di pianificazione, che ti aiuteranno a definire una corretta strategia temporale. Una funzionalità da citare è la possibilità di conservare i fondi in un’apposita cassaforte, aumentando ulteriormente la tua sicurezza. Sono disponibili le app, sia per Android che iOS.

  • Electrum: Il punto forte di questa piattaforma è la sua semplicità di utilizzo, caratteristica che ne ha favorito il successo e la diffusione. La sicurezza di questo wallet è strutturata su più livelli: standard, con autenticazione a due fattori e con firma multipla. Utilizzando Electrum, i Bitcoin verranno memorizzati in un set specifico di file, sul Pc o sullo smartphone. Una caratteristica rilevante di questo wallet, è la velocità operativa, resa possibile dai server dedicati ad indicizzare Bitcoin.

  • Trezor: E' un vero e proprio supporto hardware, al quale va collegato un computer o un dispositivo mobile (smartphone o tablet). Mediante l'autenticazione a due fattori, Trezor permette di custodire Bitcoin o altre valute digitali funzionando come una sorta di password manager. Trezor è dotato di opzioni specifiche per tutelarti da eventuali spiacevoli perdite di password o del dispositivo stesso a cui è collegato. Trezor costituisce una valida alternativa per gestire offline il proprio portafoglio, riducendo di conseguenza i rischi correlati alla gestione delle valute esclusivamente online.

  • Exodus: Continuiamo la classifica dei migliori wallet per Bitcoin del 2019 con Exodus, disponibile per Windows, macOS e Linux. Ciò che colpisce ad un primo utilizzo del wallet, è la piacevole interfaccia grafica, decisamente user friendly. Exodus prevede un serie di funzioni di personalizzazione che ti aiuteranno ad adattare al meglio l’esperienza d’uso sulla base delle tue esigenze operative, nonché dei grafici live.

  • Spectrocoin.com con SpectroCoin si possono gestire transazioni su pressoché qualsiasi criptovaluta basata sul sistema blockchain. Il 99% dei fondi viene conservato offline, al riparo da qualsiasi attacco informatico, e le transazioni sono immediate. L’app per Android e iOS consente di portare le negoziazioni anche su mobile in totale sicurezza. Spectrocoin offre inoltre un sistema di exchange molto affermato ed una carta prepagata brandizzata.

  • Jaxx: grazie a questo wallet sarà possibile gestire più di 16 criptovalute differenti, comprese Bitcoin, Dash, Litecoin ed Ethereum. Il portafoglio potrà essere gestito tramite PC, browser e addirittura dal proprio smartphone (tramite app). Una funzione molto comoda è quella da exchanges. Sarà infatti possibile cambiare il proprio portafoglio Bitcoin in un portafoglio Ethereum, Dash, ecc…Electrum: questo portafoglio permette di gestire solo Bitcoin. Sicuramente è uno dei wallet più utilizzati e famosi all’interno del mondo Bitcoin. Sarà possibile utilizzarlo da qualsiasi dispositivo elettronico: PC (Windows, Linux e OSX), smartphone e tablet (Android, iOS, Linux).

  • Hodly: E’ un nuovo servizio realizzato dal broker IQ Option che permette di custodire in modo semplice le migliori criptovalute online come Bitcoin, Ethereum ed EOS. L’accesso al wallet è univoco e avviene solo da parte del suo iscritto inserendo credenziali di accesso standard come mail e password più un codice unico inviato in precedenza con un sms.

Differenza tra wallet personali e exchange

Come abbiamo ampiamente spiegato, il wallet è un portafoglio digitale dove tenere al sicuro le criptovalute, Bitcoin o di altre valute. Quindi stiamo parlando di un ambiente criptato, quindi l’analogo di un conto bancario privato. Gli Exchange invece sono dei siti attraverso i quali è possibile effettuare lo scambio di valute tradizionali con quelle virtuali. Nella fattispecie, mediante l’utilizzo di queste piattaforme, ti sarà possibile scambiare Euro o Dollari in Bitcoin. In linea di massima è corretto affermare che gli Exchange hanno come finalità primaria la conversione di denaro reale in virtuale, quindi si tratta di un servizio di cambio vero e proprio.
Così come accade per i wallet, dove alcuni sono più utilizzati e noti di altri, la medesima situazione si presenta per gli Exchange. Tra questi troviamo:

• Coinbase
• Bittrex
• Kraken
• Poloniex
• Bithumb
• Bitfinex

Ovviamente ogni Exchange prevede, esattamente come accade per altri servizi di cambi di valuta reale, delle commissioni per i servizi prestati.

Come e dove depositare i propri Bitcoin al sicuro

Come spiegato, la sicurezza è uno degli aspetti fondamentali da tenere in considerazione quando ci si avvicina al mondo delle criptovalute, e non è un aspetto dove sia i wallet che gli exchange lesinano, prestando invece molta attenzione nel fornire soluzioni sempre all’avanguardia.

Partiamo con il dire che online, tutto quello che viene creato da qualcuno, può essere “distrutto” da altri. Per quanto i livelli di sicurezza raggiunti a livelli impensabili fino a solo qualche anno fa, ciò non significa che siano assolutamente inviolabili. Tali sistemi possono mettere parecchio i bastoni tra le ruote e complicare la vita ai malintenzionati, ma non potranno mai garantire al 100% quanto custodito.

Con questo presupposto, il primo consiglio utile che dovresti seguire, è quello di non lasciare file e chiavi solamente online o sul tuo computer. Online per il discorso sicurezza appena fatto, mentre sul tuo computer per alcuni ovvi motivi, tra cui un malfunzionamento dello stesso (tutta la tecnologia è passibile di obsolescenza), o peggio ancora un furto o uno smarrimento (la distrazione è sempre dietro l’angolo).

Per questi motivi i grandi investitori, solitamente adottano metodi molto sofisticati e complicati, dove ognuno ha i suoi, ma ci sono alcune regole che possono essere considerate un comune denominatore del pensiero di tali investitori, la cui principale è che i Bitcoin, o le altre criptovalute, non vanno mai lasciati sullo stesso exchange dove sono stati acquistati.

In passato difatti, si sono registrati casi dove tali exchange sono stati violati. All’inizio dell’articolo abbiamo specifica che le criptovalute non sono controllate da un “ente” centralizzato, quindi anche gli exchange non sono tutelati, almeno per il momento, come lo sono le banche, ad esempio con le assicurazioni. La migliore precauzione che potresti adottare per prevenire (che come sempre è meglio che curare) spiacevoli conseguenze, è quella di differenziare, e soprattutto di portare il più possibile offline i tuoi fondi, o quantomeno di non lasciare tutte, file e chiavi, solo ed esclusivamente online.

Ogni criptovaluta ha bisogno del suo portafoglio elettronico. Nella situazione in cui è necessario gestire più criptovalute, è conveniente utilizzare un wallet multycurrency che permette di gestire più valute.

In caso contrario, se si è interessati ad utilizzare una sola moneta digitale, basterà un qualsiasi portafoglio raccomandato.

©2019 di ScommettiBonus.it

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now